martedì 21 marzo 2017

Recensione: L'universo nei tuoi occhi - di Jennifer Niven

Buon martedì cari lettori!! 😊😊
Oggi è una giornata nuvolosa e piuttosto triste, ma ho comunque deciso di darmi al giardinaggio e sistemare un po' di fiori ed erbe aromatiche sul terrazzo!
Non so voi, ma affondare le mani nella terra e lavorare a contatto con la natura, mi da un immenso senso di pace.
Ora invece mi preparo a scrivere la recensione di un libro di cui la casa editrice DeAgostini mi ha gentilmente inviato una copia digitale, e che ringrazio di cuore!
Dopo aver letto "Raccontami di un giorno perfetto" di Jennifer Niven (QUI trovate la mia recensione), non potevo non leggere anche questo suo nuovo romanzo!



Trama
Affascinante. Divertente. Distaccato. Ecco le tre parole d’ordine di Jack Masselin, diciassette anni e un segreto ben custodito: Jack non riesce a riconoscere il volto delle persone. Nemmeno quello dei suoi genitori, o quello dei suoi fratelli. Per questo si è dovuto impegnare molto per diventare Mister Popolarità. Si è esercitato per anni nell’impossibile arte di conoscere tutti senza conoscere davvero nessuno, di farsi amare senza amare a propria volta. E finora è riuscito a cavarsela. Ma le cose prendono una piega inaspettata quando Jack vede per la prima volta Libby. Libby che non è come le altre ragazze. Libby che porta addosso tutto il peso dell’universo: un passato difficile e tanti, troppi chili per poter essere accettata dai suoi compagni di scuola. Un giorno, per non sfigurare davanti agli amici, Jack prende di mira Libby in un gioco crudele, che spedisce entrambi in presidenza. Libby però non è il tipo che si lascia umiliare, e il suo incontro con Jack diventa presto uno scontro. Al mondo non esistono due caratteri più diversi dei loro. Eppure… più Jack e Libby si conoscono, meno si sentono soli. Perché ci sono persone che hanno il potere di cambiare tutto. Anche una vita intera.



Ci sono autori che riescono a raccontare storie di vita comune con grande enfasi. E storie che meritano e devono essere raccontate, perchè i giovani d'oggi devono leggerle, aprire gli occhi su ciò che ci circonda e imparare ad essere più empatici con il prossimo, mettendosi anche nei panni degli altri, prima di commettere il terribile errore di giudicare.

Jake Masselin è il tipico belloccio ben voluto da tutti i ragazzi del liceo: carino, simpatico, intelligente, alla mano ed estroverso.
Eppure nasconde un segreto che nessuno conosce: soffre di prosopagnosia, ossia non riesce a memorizzare, e quindi riconoscere, i volti delle persone. Neppure quelli della sua famiglia.
Con il tempo ha imparato ad affinare la percezione di come si muovono amici e familiari. Ha memorizzato i loro gesti, i tratti fisici più distintivi e fa leva su questi per riconoscere la persona che gli sta di fronte.

Libby è una ragazza dal passato difficile.
Dopo il trauma causato dalla perdita della madre, il bullismo, l'isolamento e il dolore, il suo unico rifugio è diventato il cibo.
Mangiare era l'unico conforto che avesse; l'unica medicina ad averla relegata in un letto dentro le quattro mura della sua stanza.
Per tre anni è rimasta fuori dal mondo, sola con il suo romanzo preferito, le serie tv e la voglia di una vita diversa. 

Lui sa bene quanto me qual'è il motivo: lo scombussolamento che c'è stato nella mia vita quando avevo dieci anni; 
gli episodi di bullismo e la paura. 
Paura di tutto, ma in particolare della morte. 
Della morte improvvisa. E il terrore della vita.
Il vuoto immenso che ho nel petto". 

Ma ora le cose sono cambiate. Libby è dimagrita moltissimo (sebbene sia ancora in sovrappeso), ma ha acquisito una grande forza in se stessa, è uscita da quella stanza ed è determinata a non esservi relegata mai più.
Ora è libera di essere una ragazza come tante che frequenta la scuola, ha degli amici e il diritto di essere felice.

Jake e Libby si incontrano/scontrano a causa di un gioco stupido e infantile, ma che li porterà molto lontano.
Lui si lascerà pian piano alle spalle l'idiozia dei suoi amici, e prenderà le difese di una persona emarginata perché con una corporatura diversa dai soliti stereotipi, e Libby conoscerà una malattia di cui non aveva mai sentito parlare e si metterà nei panni di Jake.

Come in "Raccontami di un giorno perfetto", anche qui l'autrice decide di lasciare che siano i due protagonisti principali a raccontare la loro versione dei fatti. A capitoli alternati ci si ritrova a guardare la situazione dal punto di vista di uno e dell'altra.
Capiamo quanto possa essere difficile soffrire di prosopagnosia, e quanto angosciante possa essere guardarsi allo specchio e non riconoscere neppure il proprio riflesso.
E poi siamo dentro Libby, dentro una ragazza dall'incredibile voglia di ottenere una rivincita personale. Una persona che ama se stessa per ciò che è, che riconosce i suoi pregi, che ama ballare, ridere, e che per nulla al mondo tornerebbe a tre anni prima.
Nonostante le vengano affibbiati soprannomi terribili, nonostante venga derisa e umiliata per il suo peso, lei non si arrende mai; anzi, anticipa le mosse dei suoi carnefici.
Perchè non vuole essere una vittima.

Con grande delicatezza Jennifer Niven non si smentisce e conduce il lettore dentro il grande problema del bullismo, dell'emarginazione sociale e della paura di essere se stessi.
Adagio costruisce la storia di un'amicizia che nasce dal nulla e fiorisce nella comprensione, nell'aiutarsi a vicenda e sostenersi nei momenti di difficoltà.
Un rapporto che aiuta a crescere, a maturare e che fiorisce nell'amore vero: quello che non si sofferma all'aspetto fisico, ma che va oltre, nelle profondità dell'animo umano. 

"E a tutte le altre dico: siete desiderate e desiderabili. 
Grasse e magre, alte e basse, carine o bruttine, estroverse o timide. 
Non permettete a nessuno di sostenere il contrario. 
Nemmeno a voi stesse.
Soprattutto a voi stesse."


Valutazione finale: 3/4
Molto bello




 








14 commenti:

  1. Ciao Jasmine, ho letto anche io il libro e concordo su tutto ciò che hai detto, anche io ho adorato il libro *w*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica!!
      Mi fai davvero felice! Questo libro mi è piaciuto un pochino meno del primo, ma è comunque una lettura da custudire! :D

      Elimina
  2. Jasmine ciao.
    Questo libro lo leggerò presto quindi non leggo ancora la tua recensione, ma la leggerò a lettura ultimata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy!
      Non ci sono spoiler ma se fossi in te aspetterei anch'io di leggerla, così la propria opinione rimane più cristallina!
      Sono curiosa di sapere cosa ne penserai ;)

      Elimina
    2. Rieccomi come promesso.
      E' stata una bella lettura e ho adorato Libby, come non farlo d'altronde? Però mi ritrovo daccordo con te, l'altro libro è stato molto ma molto più bello

      Elimina
    3. Ciao Susy!
      Allora devo curiosare sul tuo blog per vedere se hai preparato la recensione :)
      Come te anch'io ho adorato Libby, ma l'altro libro aveva una marcia in più! ;)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ciao Gresi!
      é uno youg adult, ma nonostante sia rivolto ad un pubblico giovane tratta temi molto importanti.
      Sicuramente da leggere! ;)

      Elimina
  4. Ciao Jasmine:). Questo libro lo vedo ovunque aha. Lo leggerò anche io prima o poi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Nicky.. è ovunque, ma perchè merita davvero di esser letto!
      Mi piacerebbe leggere il tuo pensiero! :)

      Elimina
  5. lo leggerò presto anche io, sono contenta che a te sia piaciuto. Per me è la prima volta con questa autrice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara!
      Aspetto una tua recensione allora! ;)
      Guarda, questo è stato bello, ma il libro precedente dell'autrice mi è piaciuto molto molto di più! Quello mi ha fatto proprio emozionare! :)

      Elimina
  6. Non mi ha fatto impazzire particolarmente. I messaggi belli ma il resto lasciava a desiderare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara!
      Concordo sui messaggi che l'autrice voleva dare al lettore.. sul resto penso che il primo libro sia stato un po' più bello! ;)

      Elimina

Questo blog vive grazie a voi lettori, che seguite e leggete i miei post.
Lasciate un commento e mi renderete felice! :)