venerdì 5 febbraio 2016

Frammenti di poesie #7: "Perdersi e rialzarsi" di Edson Camagni



Buon venerdì cari lettori!
Sono trascorse due settimane senza aggiornare la rubrica "Poesie", ma un po' per la mancanza di tempo, un po' per il brutto periodo, anche solo l'idea di un qualsiasi tipo di poesia proprio non mi andava.
Non volevo sentir parlare di amore e cose smielate, nè storie struggenti o che provocano l'uso di fazzoletti.
Niente lacrime dunque... ne ho già versate abbastanza anche per tutto l'anno!! ;)

Gennaio è stato per me un mese veramente brutto. Un periodo nero che questa settimana ha iniziato a migliorare piano piano. Le cose hanno cominciato ad andare meglio... ma i problemi sono sempre lì, come un'ombra pronta ad inghiottirmi. 
Cerco di tenere le distanze, di guardare avanti, di essere il più positiva possibile. E, soprattutto, se cado provo sempre a rialzarmi.
A volte ci riesco da sola, altre mi devono sorreggere le persone che più mi amano, ma la voglia e il bisogno di guarire, mi sono resa conto che devono sempre partire da noi stessi.
Siamo noi che dobbiamo dare l'imput al nostro spirito di voler reagire, perchè nessun'altro può farlo per noi.

è stato un periodo piuttosto strano anche perchè ho incontrato altri/e blogger più o meno nella mia stessa situazione: siamo stanche, depresse, non abbiamo voglia di fare niente e non vediamo la luce in fondo al tunnel.

Oggi ho quindi deciso di condividere e dedicarvi la  poesia di Edson Camagni, un'autore che scrive sul web.
Quando l'ho letta ho pensato subito che dovevo farvela conoscere.
Spero dunque che chi stia vivendo un momento di tristezza possa riuscire a fare anche un minimo sorriso leggendo questo scritto....

Vi prego di non farvi ingannare dalla lunghezza delle righe perchè merita davvero di essere letta...

Perdersi e rialzarsi
Perdersi e rialzarsi,
per guardarsi indietro non con malinconia ma con il sorriso
e dire ce l'ho fatta

Perdersi
in piccole emozioni,
dolci, amare, violente, delicate
tutto ciò che può sorprendere il cuore

perdersi...
nei sogni,
come brezze di mare che ti accarezzano il viso

perdersi
perché nessuno ti ha insegnato la strada
e dovrai cercarla

perdersi nei pensieri,
e cercare di scriverli in un pezzo di carta
per non dimenticare
dandoli una forma
poiché non sia solo vento

perdersi
perché ti sei messo in gioco rischiando tutto

Perdersi per poi rialzarsi,
cominciando di nuovo a camminare,
a saltare,
correre e sorridere

Perdersi e rialzarsi
quel lungo sentiero
solo per cercarsi.


Ad essere sincera non saprei neppure come commentare questa poesia, perchè parla da sè.
Perdersi fa parte della vita, del nostro essere umani: scintille di luce il cui scopo è compiere un percorso che porta a cresce, ad evolvere.
Tutti cadiamo. Tutti ci perdiamo.
è normale.
Anzi, deve succedere... perchè per imparare a rialzarsi bisogna prima cadere.
Per ritrovare la strada bisogna prima perdersi.
E tutto questo si chiama vivere.
E se ci pensate, le più grandi soddisfazioni nascono dall'aver superato un ostacolo che credevamo insormontabile!

Non mi resta quindi che augurare a tutti quelli che stanno leggendo questo post, di avere sempre fiducia in se stessi.
Se avete voglia di abbattervi e piangervi addosso, fatelo!...
Ma poi rivolgete il viso verso il cielo e sospingetevi verso l'alto.... e non dimenticate che prima di imparare a camminare siete caduti moltissime volte!






3 commenti:

  1. Ciao!
    Mi dispiace molto per il brutto periodo che stai passando, spero che sia qualcosa di passeggero.
    A volte capitano momenti no a tutti, è bello sapere voltare pagina perciò ti auguro il meglio!
    Riguardo alla poesia la trovo bellissima piena di speranza e ottimismo che non guasta mai. Penso proprio che sia perfetta per questo momento così delicato per te.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Susy! Sono felice ti sia piaciuta! <3 essere positivi è sempre il primo passo per stare meglio!
      Ricambio l'abbraccio! :)

      Elimina
  2. Ciao edson sono carlos mi dispiace che ai momenti bui ma ricordati sempre delle persone che sonoti stati, con te e ke aspettano ancora un segno di, vita da te

    RispondiElimina

Questo blog vive grazie a voi lettori, che seguite e leggete i miei post.
Lasciate un commento e mi renderete felice! :)